Musica, - chiave d'argento che apri le fontane delle lacrime, ove lo spirito beve finchè la mente si smarrisce; soavissima tomba di mille timori, ove la loro madre, l'Inquietudine, simile a un fanciullo che dorma, giece sopita nei fiori... (P. B. Shelley)

26/09/07

La cosa peggiore di portare una maschera è che nessuno sa chi sei veramente. Nemmeno te stesso.
Ma quando sono gli altri che te ne impongono una, cosa bisogna fare?

4 commenti:

Sara ha detto...

Parlarne...

Un bacio, Fede!!

Anonimo ha detto...

"non buttare via la vita seguendo gli ordini di qualche idiota"[troy]non è un pensiero esagerato..se sono altri che ti impongono di indossare una maschera non farlo se nn ti va...bacio ele

fede ha detto...

il punto è che a volte è più comodo indossare una maschera che cercare di essere se stessi...fa meno paura, e meno male...anche se a lungo andare ci si sente soffocati

Cris ha detto...

Ci sono maschere e maschere, alcune aiutano, altre pesano e alla lunga schiacciano, si fa anche molta fatica a toglierle, ma alla fine quell'aria nuova che si respira da un vero senso di libertà e soddisfazione... non esiste nulla di più bello che riuscire ad essere se stessi